Alessano

Alessano è un piccolo paese dalle origini medievali, sebbene nell’area probabilmente vi era già la presenza dell’uomo in epoche più remote.
E’ un paese affascinante che si può raggiungere da Posto Vecchio comodamente perchè non dista più di una quindicina di chilometri.


Chi vuol provare l’emozione di trascorrere una giornata nel labirintico intrico di stradine e vicoli  tipico delle cittadine medievali troverà in Alessano la meta ideale.

aiara-per-il-grano-08
Della sua lunga storia, restano testimonianza diversi edifici, molti dei quali risalenti al sedicesimo secolo, un epoca in cui il paese ebbe una certa importanza come centro commerciale e mercantile della zona. Tra gli edifici civili il Palazzo Ducale, esempio di fortezza trasformata in dimora signorile nel corso dei secoli, ed il rinascimentale Palazzo Legari. Ancora, tra gli edifici più interessanti il Palazzo San Giovanni, con la sua elegante facciata con un motivo bugnato a punta di diamante.
Tra gli edifici religiosi la Chiesa Matrice, chiamata anche Collegiata, dedicata a San Salvatore, con pregiati altari barocchi ed alcune tele seicentesche e la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, risalente al sedicesimo secolo.
Molto interessante nei dintorni di Alessano il villaggio rupestre di Macurano, dove si trovano due frantoi ipogei ancora oggi utilizzati, luogo di residenza dei monaci basiliani approdati in Puglia dopo la fuga dalle loro terre perchè perseguitati ed insediatisi qui grazie alla fertilità del suolo che permetteva fiorenti attività agricole.
Alessano gode anche di una certa fama conquistata grazie alla produzione del vino, con le vigne dislocate sul versante più alto delle Serre Salentine, la Serra dei Cenci, dove si coltiva un vitigno che prende il nome proprio dal paese, il Bianco d’Alessano.